FANDOM


La Città Disney
CITTA' DISNEY
Origine Ispirato ai classici Disney
Regolatore Re Topolino

Minni

Abitanti Paperi antropomorfi

Cavalli antropomorfi
Gatti antropomorfi (ex)
Topi antropomorfi
Cani
Scoiattoli antropomorfi
Scope viventi

Regno Luce
Introdotto in Kingdom Hearts Birth by Sleep
Appare Kingdom Hearts Birth by Sleep

Kingdom Hearts III (cameo)

La Città Disney, è un Mondo molto ampio, che circonda il Castello Disney. Lì, vi risiedono Qui, Quo, Qua, Orazio, Paperone e Pietro, con i nomi di Capitan Giustino e Capitan Oscurità.
In questo Mondo, il giocatore potrà affrontare diversi minigiochi: un gioco di corse chiamato Corse Folli, uno di abilità come Gelato Ritmato, e uno sportivo come Pallafrutta, dove bisogna lanciare della frutta in un campo contro dei Nesciens.

AmbienteModifica

La Città Disney è composta da due zone: la città e i sotterranei: Nella città è possibile effettuare svariati mini-giochi, come le Corse Folli, il Gelato Ritmato e Pallafrutta. Nei sotterranei invece ci sono molti Nesciens e svariati macchinari, incluso un generatore energetico e un flipper gigante.

StoriaModifica

Kingdom Hearts Birth by SleepModifica

Quando i personaggi visitano questo mondo, si sta tenendo un grande festival organizzato dalla Regina Minnie, e chi vincerà, otterrà un premio proprio da sua Maestà.
Dopo che Terra, accetta il passaporto regalatogli da Ventus, si ferma lì ad esplorare la città, e nota subito un gruppo di Nesciens Planefasti, sulla pista delle Corse Folli, così, Terra decide di partecipare alla gare per distruggerli, ma si mette d'intralcio Capitan Oscurità, che lo sfida a batterlo. Dopodichè, però, la Regina Minnie e Cip e Ciop, consigliano al possessore di Keyblade di partecipare alla gara per fermare i Nesciens, e togliere dal preicolo la città.
Ven appena arrivato in città, viene accolto da Capitan Giustino, che subito dopo, viene chiamato da Qui Quo e Qua, per far aggiustare la macchina di gelato regalata da Zio Paperone. Dopo svariati tentativi, Capitan Giustino ancora non riesce ad aggiustare il macchinario, così, prova ad aggiustarlo Ven, che, al primo colpo riesce a farlo funzionare.
Aqua, viene salutata da Capitan Giustino appena entrata in città, e Orazio le chiede aiuto urlando, perchè i Nesciens hanno invaso il campo di Pallafrutta, così, Aqua, decide di aiutarlo, mentre Pietro scappa per la paura. Una volta distrutti tutti i mostri, Aqua viene ringraziata di cuore dalla Regina Minnie.
Quando Terra torna nella Città Disney accidentalmente libera Dupliclone, ma riesce a sconfiggerlo nonstante tutte le sue illusioni. Subito dopo anche Ven accidentalmente lo libera, ma riesce comunque a sconfiggerlo e a rimprigionarlo. Aqua lo affronta subito dopo e quando lo sconfigge il resto del potere del Nesciens va ad essa facendolo sparire.

Kingdom Hearts IIIModifica

La Città Disney appare brevemente solamente in un flashback di Aqua nel Mondo Oscuro.

AbitantiModifica

Residenti temporaneiModifica

NesciensModifica

GalleriaModifica

CuriositàModifica

  • Il Nesciens speciale di questo mondo (ossia il Dupliclone) non possiede il tema di battaglia del suo mondo, ma quello dei boss (ossia quello dello Specchio Magico e Peter Pan). Questo non succede con gli altri Nesciens speciali.
  • Tra le aree visitabili della Città Disney doveva esserci anche il Castello Disney, residenza di Re Topolino. All'ultimo, però, il castello venne tolto per motivi sconosciuti, lasciando solo il portone d'ingresso, visibile nella piazza centrale della città. Lo testimonia anche il fatto che nell'immagine del mondo il Castello Disney è presente in maniera evidente, tuttavia il castello venne reso visitabile in una pista delle Corse Folli nella versione americana e in seguito aggiunta anche nella versione giapponese con il Final Mix.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.